> Scuola primaria – Melara
Ultima modifica: 1 gennaio 2017

Scuola primaria – Melara

Scuola primaria di Melara
Via dei Pini, La Spezia
tel – 0187 980 422

La Scuola Primaria di Melara è situata nella zona est della città della Spezia,nel quartiere omonimo, in via dei Pini, ubicata in un moderno fabbricato realizzato negli anni 70. La scuola accoglie gli alunni del quartiere, ma anche  alunni provenienti prevalentemente dal Termo e dalle Pianazze, nonché dai comuni circostanti (Vezzano e Arcola).

Adiacente alla Scuola si trova il parco giochi, area verde di Melara, dove ogni anno si organizzano, in collaborazione con il Centro Anziani e i genitori, i mercatini di Natale e la Pentolaccia di Carnevale.

L’edificio si sviluppa su tre piani:

al piano terra sono ubicate:

  • due accoglienti sale per la mensa che permette di mettere in atto una progettualità legata all’alimentazione sana, alle regole dello stare a tavola ed al piacere di mangiare insieme in modo conviviale e sereno;
  • una biblioteca di testi per l’infanzia e per ragazzi,
  • un laboratorio tecnico audio/visivo,
  • una sala docenti,
  •  un ampio locale strutturato e attrezzato per i bisogni degli alunni diversamente abili.

Al primo piano  si trova la Scuola Primaria con cinque luminose ed ampie aule.

Gli alunni usufruiscono, oltre che degli spazi laboratoriali audiovisivi ( L.i.m e PC portatili) e di un’aula adibita a palestra per lo svolgimento di  attività psico-motorie, di un largo atrio ad essi adiacente,  che diventa area funzionale alle varie attività scolastiche e progettuali.

La struttura dispone di un’aula multimediale collegata in rete con collegamento WI-FI protetto in grado di collegare in rete tutte le aule, e di un’aula attrezzata con lavagna interattiva multimediale (L.I.M.).

Organizzazione e funzionamento

All’uscita e all’entrata, gli alunni che usufruiscono del servizio di trasporto possono accedere al mezzo  accompagnati in totale sicurezza,  dal personale di sorveglianza.

Nella scuola è attivo un servizio di pre-scuola gratuito, gestito da personale ATA a partire dalle ore 7:40.

Il servizio mensa viene offerto dal lunedì al venerdì dalle ore 12:30

Modalità oraria

La scuola a tempo pieno funziona per 40 ore settimanali, dal lunedì al venerdì.

I punti forza del modello vanno individuati:

  • nella giustificazione pedagogico-didattica e culturale, mai esclusivamente assistenziale, del tempo pieno;
  • nell’accettazione reale di tutti i bambini, nessuno escluso;
  • nella concezione unitaria della giornata scolastica, la cui articolazione è studiata tenendo conto di tutte le esigenze fondamentali dei bambini dai 6 agli 11 anni (compresi il gioco, il divertimento, il cibo);
  • nel doppio organico degli insegnanti che rende possibile una vera contitolarità e ostacola di conseguenza qualunque gerarchizzazione tra discipline;
  • nella programmazione a livello  interclasse e classe e nella corrispondente attività di verifica (tra insegnanti, bambini e genitori)
  • nell’apertura al territorio, non casuale, ma organicamente programmata.

In ogni classe lavorano due insegnanti contitolari che si alternano al mattino e al pomeriggio con orari stabiliti.

L’attività didattica prevede:

  • momenti di lavoro in classe (gli insegnanti operano per ambiti disciplinari, con una suddivisione di compiti che tiene conto, in genere, di attitudini e competenze specifiche);
  • momenti di lavoro in piccolo gruppo, di classe o di interclasse, per attività di lavoro in laboratorio (scienze, matematica, storia, musica, pittura…), il lavoro può essere di approfondimento, di recupero, di ricerca;

Gli insegnanti programmano, operano, verificano collegialmente in momenti specifici:

  • con il contitolare ed eventualmente con l’insegnante di sostegno (incontri tra contitolari);
  • con i colleghi del plesso
  • con tutti i colleghi della scuola (Collegio Docenti).

L’orario degli insegnanti è di 22 ore di docenza e 2 ore per le attività di programmazione di classe e di interclasse.

Il tempo pieno è un modello didattico – formativo in cui le attività antimeridiane si integrano con quelle pomeridiane, un progetto ricco di sollecitazioni operative, dove al saper dire si affianca il saper fare, capace di rispondere alle esigenze dei bambini di maggiore personalizzazione dell’apprendimento, rispettoso, grazie ai tempi distesi, dei loro ritmi di maturazione e di acquisizione delle conoscenze.

La dilatazione del tempo scolastico, poi, consente non solo una distribuzione più razionale dei contenuti scolastici, ma soprattutto soddisfa l’esigenza, avvertita sia dalla maggioranza dell’utenza sia dai docenti, di recuperare, attraverso un’innovativa e professionale progettualità alcuni settori dell’esperienza educativa: quello ludico – espressivo, quello della ricerca, quello della creatività attraverso l’attuazione della Didattica Laboratoriale.

Il laboratorio  è il “Luogo del Fare”, e quindi dell’“Imparare Facendo”.

La Didattica Laboratoriale garantisce agli alunni tante opportunità di apprendimento perchè li mette di fronte a prove concrete, li costringe a fare scelte, a risolvere problemi.

I  nostri laboratori curricolari orizzontali e a classi aperte favoriscono:

  • il passaggio dalla scuola delle conoscenze a quella delle competenze,
  • del saper pensare e del saper lavorare autonomamente l’abitudine a lavorare “insieme”, con strumenti diversi, su contenuti significativi, in ambienti alternativi all’aula nuovi e significativi approcci nell’apprendimento
  • le potenzialità creative, espressive ed operative degli studenti.