> PNSD- La Scuola Digitale > Progetto Triennale per il PNSD
Ultima modifica: 17 maggio 2017

Progetto Triennale per il PNSD

 

 

 

Premessa

Le azioni che l’Istituto Comprensivo ISA 8 della Spezia intende intraprendere nel triennio 2016-2019 per raggiungere gli obiettivi del PNSD sono stati elaborati dall’Animatore Digitale e dai componenti del team per l’innovazione.
Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), valido fino al 2020, è il documento adottato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.M. n. 851 del 27/10/2015), per intraprendere un percorso strategico di innovazione digitale della Scuola italiana.
È un’azione fondamentale della Legge 107/2015 (che al comma 58 ne definisce gli obiettivi strategici, perseguendo l’innovazione del sistema scolastico e le opportunità dell’educazione digitale).
Il Piano è strutturato su dei nuclei fondamentali: dotazioni hardware (strumenti), attività didattiche (competenze, contenuti) e formazione degli insegnanti (formazione e accompagnamento).

Strumenti

Gli strumenti, previsti dal PNSD, rappresentano le condizioni che abilitano le opportunità della società dell’informazione affinché la Scuola diventi laboratorio di competenze e non luogo di trasmissione di conoscenze.
Accesso e connessione: favoriti attraverso fibra ottica, connettività e cablaggio interno delle scuole;
Spazi e ambienti di apprendimento: coniugano la crescente disponibilità di tecnologie a competenze abilitanti, mirano a creare ambienti di apprendimento che facilitino apprendimenti attivi e laboratoriali realizzabili,  sviluppando nuovi modelli di interazione didattica che utilizzino la tecnologia;
Amministrazione digitale: si tratta della gestione dell’organizzazione scolastica e passa per il rafforzamento di servizi digitali innovativi;
Identità digitale: si raggiunge dando un profilo digitale ad ogni persona della scuola (studenti e personale).

Competenze e contenuti

Le azioni del PNSD hanno tra i loro obiettivi la definizione di una matrice comune di competenze digitali di ogni studente, il sostegno dei docenti come facilitatori di percorsi didattici innovativi, il coinvolgimento degli studenti con format didattici innovativi e l’innovazione dei curricoli scolastici.
Tra gli obiettivi previsti dalle azioni vi sono poi l’incentivazione dell’utilizzo di contenuti digitali di qualità e la promozione dell’innovazione.

Tutti questi obiettivi sono contenuti in queste azioni:

Competenze degli studenti:

    • rafforzare le competenze relative alla comprensione e alla produzione di contenuti complessi e  articolati;
    • potenziare l’alfabetizzazione informativa e digitale;
    • valutare il ruolo dell’informazione e dei dati nello sviluppo di una società interconnessa basata sulle conoscenze e sull’informazione;
    • introdurre al pensiero logico e computazionale, familiarizzando con gli aspetti operativi delle      tecnologie informatiche;
    • portare ad essere utenti consapevoli di ambienti e strumenti digitali, ma anche produttori,  creatori, progettisti.Contenuti digitali:
    • creare le condizioni, sia tecniche che di accesso, per cui i contenuti digitali passino da eccezione a regola nella Scuola;
    • realizzazione di archivi digitali scolastici.

Formazione e accompagnamento

Il PNSD prevede la progettazione e la realizzazione di un percorso di formazione pluriennale fondato sull’innovazione didattica, ma soprattutto di azioni di accompagnamento della comunità scolastica.
Formazione del personale: tenendo conto delle tecnologie digitali come supporto alla realizzazione di nuovi paradigmi educativi, ma anche come mezzo per la progettazione delle attività, con l’obiettivo di passare dalla Scuola della trasmissione a quella dell’apprendimento, si programmerà la formazione per i neoassunti, la formazione iniziale e quella in servizio per l’innovazione didattica e organizzativa, l’assistenza tecnica.
Accompagnamento: si attua attraverso la nomina e il coinvolgimento attivo dell’Animatore Digitale e del team per l’innovazione digitale, la formazione interna, il coinvolgimento della comunità scolastica, la creazione di soluzioni innovative.

Azioni intraprese dalla scuola

La Scuola è impegnata nel processo di innovazione digitale già da tempo. Relativamente agli strumenti, ha dato delle risposte alle necessità di innovazione mediante l’allestimento di spazi e ambienti di apprendimento, con la realizzazione di piccoli laboratori di informatica e la trasformazione, solo in alcuni plessi, di aule tradizionali in aule laboratoriali e multimediali dotate di LIM e postazioni connesse alla rete internet.
La Scuola, inoltre, ha predisposto misure che hanno consentito il raggiungimento di buoni livelli nel campo dell’Amministrazione digitale. In tal senso è doveroso citare gli sforzi nella predisposizione della struttura digitale rappresentata dal registro digitale, la progettazione, manutenzione e aggiornamento del Sito istituzionale della Scuola, con la possibilità di dematerializzare moltissima documentazione a disposizione del personale e dell’utenza scolastica (modulistica, albo pretorio, avvisi e circolari, bandi, ecc.). Utilizzo da parte del personale docente di Google –Drive.
Riguardo alle competenze e ai contenuti digitali, il corpo docente è sempre stato sensibile alle indicazioni ministeriali nella scelta dei materiali didattici e dei libri di testo che, ad oggi, sono tutti fruibili anche nella versione digitale fornita dalle case editrici, con le relative espansioni, gli esercizi interattivi, ulteriori contenuti per Pc e per LIM.
Per ciò che concerne infine la formazione e l’accompagnamento, la Scuola ha provveduto alla nomina del ruolo di Animatore Digitale alla docente Simonetta Bettinotti, che con la stesura del presente progetto sulla Scuola digitale , ha dato avvio alle attività previste dal PNSD, coadiuvato dal team per l’innovazione digitale composto dalle docenti: Silvia Tartarini, Alessandra Giampietri, Patrizia Vendramini.

Azioni future della scuola

Il PNSD intende raggiungere gli obiettivi previsti dalle varie azioni in un arco di tempo pluriennale, pertanto la Scuola intende programmare i propri interventi attraverso le seguenti azioni:
Strumenti:

      • Partecipazione a bandi PON che saranno pubblicati in futuro;
      • Ricognizione e mappatura delle attrezzature presenti nella Scuola;
      • Definizione di un coordinamento delle figure tecniche destinate alla manutenzione delle attrezzature;
      • Nuova regolamentazione dell’uso delle attrezzature della scuola;
      • Creazione di uno spazio dedicato al PNSD sul sito internet istituzionale, per informare utenza e personale sulle iniziative che la Scuola intenderà intraprendere;

Competenze e contenuti

      • Sostegno ai docenti nell’uso di strumenti informatici, sussidi didattici, software educativi e applicazioni web utili per la didattica e la professione;
      • Indicazioni per l’utilizzo del software open source, in particolare per i computer e le LIM della Scuola, attraverso il sito internet istituzionale;
      • Creazione di una sezione sul sito della Scuola su cui pubblicare un repository (ovvero un elenco di risorse presenti sul web, portali, siti, o software, app e tutto ciò che può servire per la didattica e la formazione in servizio) dedicato ai docenti;
      • Partecipazione a concorsi che promuovono la cultura digitale;
      • Progetti rivolti agli alunni, anche con l’ausilio di esperti esterni.

Formazione e accompagnamento

      • Attivazione di percorsi di formazione di base aperti agli insegnanti della Scuola (anche in collaborazione con altri istituti e con reti di scuole del territorio);
      • Realizzazione di presentazioni esplicative sulle finalità del PNSD e sulla didattica digitale, pubblicizzazione e condivisione con il corpo docente;
      • Produzione di documentazione digitale per l’alfabetizzazione al PNSD;
      • Creazione e aggiornamento di una pagina sul sito della scuola, dedicata alla formazione dei docenti;
      • Eventuale coinvolgimento di esperti informatici esterni nei percorsi di formazione di alfabetizzazione informatica;
      • Predisposizione da parte dell’Animatore Digitale di un questionario informativo – valutativo per la rilevazione delle conoscenze e delle competenze tecnologiche e per l’individuazione dei bisogni sui tre ambiti del PNSD (strumenti, curricolo, formazione) da somministrare online con raccolta automatica dei dati e statistiche, con elaborazione e pubblicazione sul sito della Scuola degli esiti dell’indagine conoscitiva e relative considerazioni sulle azioni successive da attuare;
      • Formazione specifica per l’Animatore Digitale come previsto dalla normativa vigente;
      • Partecipazione dell’Animatore Digitale a comunità di pratica in rete con altri animatori del territorio e con la rete nazionale;

Il ruolo dell’animatore digitale

L’Animatore Digitale elaborerà progetti ed attività per diffondere l’innovazione nella Scuola secondo le linee guida del PNSD. Egli riceverà una formazione specifica al fine di “favorire il processo di digitalizzazione delle scuole nonché diffondere le politiche legate all’innovazione didattica attraverso azioni di accompagnamento e di sostegno sul territorio del PNSD”.
L’Animatore Digitale dell’Istituto è stato individuato dal Dirigente scolastico nella figura della Docente Simonetta Bettinotti.
In particolare, l’azione dell’Animatore Digitale è rivolta alla promozione delle seguenti attività.

      • Formazione interna sui temi del PNSD, attraverso l’organizzazione e la coordinazione di laboratori formativi.
      • Coinvolgimento e partecipazione della comunità scolastica nell’organizzazione di attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, con anche momenti formativi rivolti alle famiglie e ad altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa.
      • Creazione di soluzioni innovative, metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della Scuola, coerenti con l’analisi dei fabbisogni e in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure.

Azione e mission dell’animatore digitale

Formazione interna

      • Partecipazione a comunità di pratica con altri animatori del territorio e della rete nazionale.
      • Diffusione del pensiero computazionale formando docenti che possano utilizzare il coding nelle loro classi.
      • Organizzazione di corsi per l’uso di strumenti tecnologici già presenti a scuola.
      • Corso di formazione sull’uso di piattaforma di condivisione dei documenti (google apps).
      • Coinvolgimento all’utilizzo di classi digitali (google classroom).
      • Diffusione della pratica del BYOD.

Coinvolgimento

      • Organizzazione di corsi di formazione per docenti sull’utilizzo degli strumenti presenti a scuola.
      • Partecipazione all’ora del codice (programma il futuro).
      • Segnalazione di eventi attraverso mail ai colleghi.
      • Raccolta e pubblicazione in formato multimediale delle attività svolte nella Scuola e individuazione di figure di supporto per la sistemazione del materiale da raccogliere e pubblicare.
      • Implementazione degli spazi web specifici di documentazione e diffusione delle azioni relative al PNSD.
      • Coordinamento con le figure di sistema.
      • Utilizzo sperimentale di strumenti per la condivisione tra docenti e con gli alunni (Gafe e piattaforme).
      • Organizzazione di eventi aperti al territorio, con particolare riferimento ai genitori e agli alunni sui temi del PNSD (cittadinanza digitale, sicurezza, uso dei social network, cyber bullismo).

Creazione di soluzioni innovative

    • Ricognizione della dotazione tecnologica di Istituto e sua eventuale integrazione/revisione.
    • Individuazione e richiesta di possibili finanziamenti per incrementare le dotazioni tecnologiche.
    • Completamento del curriculum verticale per la costruzione di competenze digitali.
    • Organizzazione di forme di repository documentale.
    • Promozione della costruzione di laboratori per stimolare la creatività.