> L’ISA8 per… > la Continuità
Ultima modifica: 4 dicembre 2016

la Continuità

crescere-insieme

L’istituto Comprensivo rappresenta la soluzione preferibile per un’ottimale organizzazione del servizio scolastico di base nel territorio, in quanto racchiude in sé una forte carica evocativa, con la sua idea di percorso educativo in continuità, di dispositivo pedagogico ed organizzativo capace di assicurare le migliori condizioni per la formazione di tutti gli allievi.

La verticalizzazione è certamente un’opportunità per il territorio, un vero e proprio ‘patto educativo territoriale’ per recuperare quella dimensione di incontro, convivenza, scambio ravvicinato, dialogo interprofessionale, che sono il valore aggiunto del modello verticale, in un’ottica che si estende in progressione dai tre ai quattordici anni.

Solo una capillare e precisa circolazione dell’informazione sia fra i vari ordini di scuola, sia all’interno di ciascuna di esse, garantisce che il compito educativo e formativo venga svolto in modo omogeneo, lungo un continuum organicamente progettato, nell’interesse di ogni alunno, che deve vedere aumentare di anno in anno le proprie competenze riferite al sé, alla dimensione sociale, alle dimensioni metacognitive ed a quelle culturali, legate agli ambiti fondamentali del sapere.

Si può, quindi, affermare che l’istituto comprensivo esprime un progetto culturale e curricolare in continuità dinamica: è la scuola del curricolo, inteso come sintesi progettuale ed operativa delle scelte culturali, disciplinari, pedagogiche, organizzative e didattiche legate ad uno specifico contesto (fatto concretamente di allievi, insegnanti, condizioni organizzative, tessuto sociale). E’ la scuola del curricolo verticale (coordinato ed integrato tra i diversi livelli scolastici) ed orizzontale (integrato con le altre opportunità educative del territorio).

La progettualità non sconfina nella moltiplicazione di progetti di scarso significato, ma diventa responsabilità condivisa di un progetto educativo unitario, caratterizzato dall’utilizzo consapevole della flessibilità organizzativa e didattica (risorse, spazio, tempo, gruppi), di ambientazione dell’insegnamento (mediazione comunicativa, tecnologie didattiche, stili relazionali ecc.), di ricerca e di sviluppo per gli operatori scolastici, per far sì che gli allievi acquisiscano le competenze necessarie per una cittadinanza consapevole.

Tutto ciò trova realizzazione in una fitta serie di attività che si svolgono in tutti i plessi e tra i plessi, soprattutto tra i mesi di novembre-dicembre di ogni anno scolatico:  i bambini e i ragazzi possono così prendere contatto con gli ambienti, le persone, le modalità didattiche degli ordini di scuola successivi.

Le docenti referenti per l’anno scolastico 2016/2017 sono Roberta Cavani, Paola Musetti, Elisa Trevisan. Per contatti, si può inviare loro una mail agli indirizzi roberta.cavani@isa8laspezia.gov.it, paola.musetti@isa8laspezia.gov.it, elisa.trevisan@isa8laspezia.gov.it

Scarica il prospetto delle riunioni con i genitori degli alunni esordienti